mercoledì 23 settembre 2009

Da Aero Habitat Centro Studi: "Verona - Catullo, ViViCaselle rilancia la V.I.A. e la V.A.S."

Visto che... quello di oggi... è l'ultimo messaggio che pubblico su: http://vivicaselle.blogspot.com credo che questo "post" spetti - di diritto - ad "Aero Habitat Centro Studi" che in questi due anni è stato un preziosa ed inaspettata fonte di informazioni e di dati, fornendo - al sottoscritto - una serie di notizie che sono state utili al fine di conoscere il vasto campo delle problematiche aeroportuali.
.
Da domani... digitando:
www.vivicaselle.eu
verrete reindirizzati - in modo automatico - su:
http://vivi-caselle.blogspot.com
.
Ma torniamo ad Aero Habitat Centro Studi e alla "news" oggi pubblicata che ha questo titolo: "Verona - Catullo, ViViCaselle rilancia la V.I.A. e la V.A.S." di cui la sottostante immagine... ne riproduce la pagina web dove è stata pubblicata:
.
.
Il testo della News di oggi, di Aero Habitat... a titolo: "Verona - Catullo, ViViCaselle rilancia la V.I.A. e la V.A.S." ... è il seguente:
.
Con una missiva ed una lettera spedita, lo scorso 19 settembre, a tutti i soci della: "Aeroporto: Valerio Catullo S.p.A" (un corposo CD di circa 80 Mb) dal sito http://www.vivicaselle.eu/ viene rilanciata l’esigenza di disporre di una V.I.A. e di una V.A.S. per lo scalo Veronese “Catullo”.
.
Il sito che dal giorno dopo, il 20 settembre, è stato rilocalizzato sulle nuove coordinate http://vivi-caselle.blogspot.com/ a quanto pare intende perseguire un preciso oggetto: la richiesta di accantonamento fondi per opere di mitigazione, di compensazione, di risanamento e di restauro ambientale.
.
Lo spunto rimanda al Decreto Legislativo 4- 2008 dove all’articolo 3 ter.:
Principio dell'azione ambientale - La tutela dell'ambiente e degli ecosistemi naturali e del patrimonio culturale deve essere garantita da tutti gli enti pubblici e privati e dalle persone fisiche e giuridiche pubbliche o private, mediante una adeguata azione che sia informata ai principi della precauzione, dell'azione preventiva, della correzione, in via prioritaria alla fonte, dei danni causati all'ambiente, nonché al principio «chi inquina paga» che, ai sensi dell'articolo 174, comma 2, del Trattato delle unioni europee, regolano la politica della comunità in materia ambientale
.
Nel quadro del principio si legge nella nota di http://vivi-caselle.blogspot.com/: CHI INQUINA PAGA" si sostiene: prima o poi - chi avesse ad aver inquinato, potrebbe... essere chiamato a dover pagare? E se questo dovesse accadere - forse anche prossimamente - ... non sarebbe il caso... per "qualcuno" di... cominciare a mettere da parte i "soldini"? Di premunirsi con largo anticipo e quindi di... accantonare un "bel pò di euro" per opere di Mitigazione, di Compensazione, di Risanamento e di Restauro Ambientale, da realizzare a Caselle... un paese, una comunità, un insieme di circa 5.000 abitanti... che vivono in un territorio... leggermente inquinato?
.
In una precedente informativa il Comitato sosteneva anche: "Richiesta accantonamento fondi per opere di Mitigazione, di Compensazione, di Risanamento e di Restauro Ambientale !" ... inviata a TUTTI i SOCI della Aeroporto Catullo S.p.A.
.
Nel 2008 fra l’altro gli stessi soci della Catullo S.p.A. erano stati destinatari della missiva trasmessa dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento per il Coordinamento delle Politiche Comunitarie, Struttura di Missione per le Procedure di Infrazione, su invito della Commissione Europea Ambiente: “Progetto-pilota sulla corretta applicazione del diritto comunitario (caso 240/08/ENVI) – Richiesta di informazioni della Commissione Europea in merito ad un reclamo al mancato assoggettamento alla procedura di VIA dell’Aeroporto di Verona “Valerio Catullo”.
.
Gli scambi di missive tra il Comitato di Caselle, il Ministero dell’Ambiente e la UE – secondo quanto sostenuto - potrebbe preludere ad un risarcimento complessivo per i danni derivati dall’assenza della V.I.A. relativa ai “Progetti” dal 1999 al 2008 ed alla mancanza di V.A.S. del “Piano di Sviluppo Aeroportuale” presentato all’E.N.A.C. in data 8 Marzo 2007.
.
Cosa potrà accadere dopo questa ennesima trasmissione e sollecitazione?
.
Lo troverete sul rinnovato sito http://vivi-caselle.blogspot.com/ .
.
Credo che dopo questo intervento, da parte mia, non sia neccessario evidenziare nulla, se non quanto scritto nella penultima riga della "News" di Aero Habitat... che, come avete letto... è una domanda.
.
Per sapere come andrà a finire, questa nuova sollecitazione... seguimi su www.vivicaselle.eu ... dove potrai - da subito - trovare questo messaggio: "Huston... abbiamo UN problema" - "Sindaco... Noi di Caselle d'Erbe abbiamo TANTI problemi".

martedì 22 settembre 2009

Da... www.vivicaselle.eu a... www.vivicaselle.eu. Giovedi si cambia ... per continuare.

Domenica scorsa, ho scritto questo messaggio: Da... http://vivicaselle.blogspot.com ... a ... http://vivi-caselle.blogspot.com ... e sei sempre su: www.vivicaselle.eu ma per chi di VOI, si collega scrivendo questo "link": www.vivicaselle.eu questo messaggio... non l'ha ancora letto... perchè è stato scritto su un NUOVO Blog, che di diverso - nell'indirizzo web - ha solo un "linietta" posta tra "vivi" e "caselle"... una "linietta in più" che però mi ha permesso di creare un SECONDO Blog, perchè... nel primo... ho già "consumato" lo spazio "gratis" per pubblicare le immagini.
.
La "schermata" del NUOVO Blog è già pronta (ed è come qui sotto riprodotta) e pertanto tutti VOI , che da anni mi seguite ormai, da... GIOVEDI' SERA avrete modo di collegarvi al nuovo Blog scrivendo... sempre lo stesso indirizzo: www.vivicaselle.eu.
.
.
Il blog: http://vivicaselle.blogspot.com ovviamente rimane sempre attivo e sarà sempre consultabile, solo che da Giovedi sera, per collegarvi al "vecchio blog" dovete scrivere esattamente quello che qui ho scritto, mentre quando sarete sul nuovo blog se volete tornare al vecchio, dovete cliccare in alto a destra dove c'è scritto: "Vecchio Blog" e cosi potete continuare a leggere i 1.035 messaggi già scritti.
.
Da Domenica scorsa... è già attivo il NUOVO BLOG che ha questo indirizzo web: http://vivi-caselle.blogspot.com al quale potete collegarvi scrivendo un indirizzo più sempliche che è sempre lo stesso: www.vivicaselle.eu.
.
Per concludere, VI ricordo che sul NUOVO Blog: www.vivicaselle.eu (accessibile da giovedi sera allo stesso indirizzo) ho già pubblicato questi messaggi:

sabato 19 settembre 2009

Se gli aerei mi disturbano... per il loro disturbo... posso avere un... "Cappuccino con Brioches"?

Questa, qui sotto riprodotta... è la "copertina del CD-ROM" - che ho allegato ad una "LETTERA" spedita questa mattina a... "TUTTI i SOCI" della: "Aeroporto: Valerio Catullo S.p.A" - che contiene circa 80 Mb... suddivisi in diversi "File".
.
Lettera che, in particolare, è stata predisposta... al fine che i Soci della Catullo S.p.A.... che sono "Enti Territoriali", cioè le... Province (7) e i.. Comuni (25)... abbiano da apprendere, da conoscere - se ancora non se lo avevano chiesto - come mai che... il "loro" Aeroporto è... senza V.I.A. e... senza V.A.S.?
.
.

E questa, qui sotto riprodotta, è la prima pagina (di quattro) che costituiscono la suddetta: LETTERA... avente il seguente oggetto: " Richiesta accantonamento fondi per opere di Mitigazione, di Compensazione, di Risanamento e di Restauro Ambientale ! " lettera, che... prima dell'oggetto, ha riprodotto, sul lato sinistro, questa frase:
.
D.Lgs. 4-2008 - Art. 3 ter - Principio dell'azione ambientale
La tutela dell'ambiente e degli ecosistemi naturali e del patrimonio culturale deve essere garantita da tutti gli enti pubblici e privati e dalle persone fisiche e giuridiche pubbliche o private, mediante una adeguata azione che sia informata ai principi della precauzione, dell'azione preventiva, della correzione, in via prioritaria alla fonte, dei danni causati all'ambiente, nonche' al principio «chi inquina paga» che, ai sensi dell'articolo 174, comma 2, del Trattato delle unioni europee, regolano la politica della comunità in materia ambientale.
.
.
.
Nella seconda pagina, della lettera spedita (con spesa di euro 2,00... per cadauna busta) sono evidenziati una serie di dati, relativi all'Aeroporto Catullo che "generano inquinamento" e un'altra serie di dati... che attestano che questo inquinamento c'è... ( e lo quantificano) e che pertanto, siamo in presenza di un caso, dove dovrebbe essere applicato il principio: "CHI INQUINA PAGA"?
.
.
Per il "principio" sopra riportato, è evidente che potrebbe anche accedere che - prima o poi - chi avesse ad aver inquinanto, potrebbe... essere chiamato a dover pagare? E se questo dovesse accadere - forse anche prossimamente - ... non sarebbe il caso... per "qualcuno" di... cominciare a mettere da parte i "soldini"? Di premunirsi con largo anticipo e quindi di... accantonare un "bel pò di euro" per opere di Mitigazione, di Compensazione, di Risanamento e di Restauro Ambientale, da realizzare a Caselle... un paese, una comunità, un insieme di circa 5.000 abitanti... che vivono in un territorio... leggermente inquinato?
.

.
Ma quanto e come si potrebbe... quantificare... il "ristoro" di un danno da disturbo, creato dalle attività aeroportuali? Sarebbe semplice dimostrarlo, sopratutto se si utilizza come paragone... una semplice consuetudine quotidiana.
.
Se al mattino presto... quando sono già decollati una decina degli aerei che lasciano il Catullo, e quindi all'inizio della giornata, dove - in media - ci saranno 100 movimenti al giorno, ognuno dei 4.966 cittadini di Caselle, potrebbe recarsi al Bar dell'Aerostazione, dove troverebbe un "Cappuccino decaffeinato con la Brioches"... offerto dalla "Valerio Catullo" S.p.A.
.
.
Che vuoi che sia per la Catullo S.p.A. spendere 2,20 euro, ai 4.966 abitanti di Caselle, per 365 giorni all'anno?
.
Sono solo circa 4.000.000 di euro da mettere a Bilancio ogni anno e, solo questa - sarebbe la somma... da accantonare, se qualora... la Società Valerio Catullo... dovesse aver da "ristorare" con un "Cappuccino decaffeinato con la Brioches" il... leggero... "disturbo" che creano le attività Aeroportuali... a noi Cittadini di Caselle.
.
In considerazione di ciò... stamane ho spedito la suddetta lettera... a tutti i 37 Soci della "Catullo S.p.A."

.
Al 38esimo socio, cioè "il Comune di Sommacampagna", la lettera la "protocollo" lunedi mattina, che sarà - su supporto cartaceo solo per il Sindaco - mentre per tutti gli altri Assessori, ho predisposto idoneo CD_ROM, come sotto riprodotto, con una immagine similema con una serie di testi leggermenti diversi da quelli spediti a tutti gli altri Soci della Catullo S.p.A. e come era stato riprodotto all'inizio di questo messaggio.
.
Un CD_ROM... "personalizzato" per gli Assessori, in modo che abbiano da ricordarsi... che a Caselle, oltre alle DUE Autostrade (esistenti) una Tangenziale... e la nuova Autostrada (tra poco anche una nuova Discarica di Rifiuti Industriali)... c'è un Aeroporto che... è senza V.I.A. e senza V.A.S.
.
.
La lettera... ieri spedita con questo oggetto: "Richiesta accantonamento fondi per opere di Mitigazione, di Compensazione, di Risanamento e di Restauro Ambientale !" ... inviata a TUTTI i SOCI della Aeroporto Catullo S.p.A. ... cosi si concludeva:
.
Il presente documento viene inviato a tutti i Soci della Catullo S.p.A....
... dato che è dal 14 Settembre 2007 (due anni fa) che l’allora Presidente dell’Aeroporto “Catullo” e l’allora Sindaco di Sommacampagna hanno ricevuto una lettera (senza mai poi rispondere) avente questo oggetto: “Richiesta di copia conforme del Decreto di Compatibilità Ambientale dell’Aeroporto Civile: “Valerio Catullo” di Verona-Sommacampagna”.
.
Il presente documento viene inviato a tutti i Soci della Catullo S.p.A. ...
... perché l’Aeroporto Catullo, in data 11 Febbraio 2008 (18 mesi fa) dalla Direzione Generale della Salvaguardia Ambientale del Ministero dell’Ambiente (a seguito di mia segnalazione) ha ricevuto la lettera con oggetto “Assoggettamento alla procedura di V.I.A. dell’Aeroporto di Verona - Valerio Catullo” e da quella data non ha iniziato ad attivarsi per la VIA.
.
Il presente documento viene inviato a tutti i Soci della Catullo S.p.A. ...
... anche perché l’Aeroporto Catullo in data 18 Dicembre 2008 (10 mesi fa) dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento per il Coordinamento delle Politiche Comunitarie, Struttura di Missione per le Procedure di Infrazione, ha ricevuto, su invito della
Commissione Europea Ambiente, (a seguito di mia segnalazione) una lettera avente oggetto: “Progetto-pilota sulla corretta applicazione del diritto comunitario (caso 240/08/ENVI) – Richiesta di informazioni della Commissione Europea in merito ad un reclamo al mancato assoggettamento alla procedura di VIA dell’Aeroporto di Verona “Valerio Catullo”… e le “risposte” non sono state soddisfacenti.
.
Il presente documento viene inviato a tutti i Soci della Catullo S.p.A. ...
... soprattutto e perché il sottoscritto, dalla Commissione Europea, Direzione Generale Ambiente, Direzione A, Comunicazione, affari giuridici e protezione civile, ENV.A.2, Infrazioni ha ricevuto una lettera che cosi inizia: “Gentile signore, il mediatore europeo ci ha trasmesso in data 10 dicembre 2008 la Sua segnalazione relativa a una presunta violazione della direttiva 85/337/CEE (la direttiva VIA) e della direttiva 2001/42/ENVI (la direttiva VAS), nella provincia italiana di Verona, in relazione all’Aeroporto “Valerio Catullo” di Verona”…
.
Il presente documento viene inviato a tutti i Soci della Catullo S.p.A. ...
... perché potrebbe anche succedere che la Aeroporto “Valerio Catullo” di Verona – Villafranca, e quindi tutti i Soci di detta S.p.A. potrebbero essere chiamati a dover rifondere i danni per mancanza di sottoposizione a V.I.A. dei “Progetti” dal 1999 al 2008 e di mancanza di V.A.S. del “Piano di Sviluppo Aeroportuale” presentato all’E.N.A.C. in data 8 Marzo 2007.
.
Certo che le informazioni qui segnalate siano bene esaminate e attentamente valutate dai Soci della Catullo S.p.A. in particolare dai Soci: Enti Territoriali: Province e Comuni che la V.I.A. e la V.A.S. la conoscono, con le relative conseguenze… anche con l’Annullamento di tutte le Autorizzazioni, si porgono distinti saluti.
.
Per concludere, dato che sono stanchissimo, approffitto di scrivere e di annunciarvi che... con questo penultimo messaggio, si sta "per concludere" la lunga vita di: http://vivicaselle.blogspot.com che in oltre 1.000 messaggi... vi ha tenuto compagnia in questi due anni e mezzo...
.
A domani... il messaggio finale... l'ultimo.
...
Un ULTIMO per...
http://vivicaselle.blogspot.com
...
E... PRIMO per...
http://vivi-caselle.blogspot.com

venerdì 18 settembre 2009

Per una V.I.A. "che ritardava", c'è chi ha fatto ricorso al T.A.R. Altri nemmeno l'hanno chiesta!

.
Oggi... non ho tempo... di scrivere sul Blog...
.
Della serie: meti le fassine al cuerto... prima ch'el pioà... domani mattina, spedisco 38 lettere a tutti i Soci della Catullo S.p.a. e pertanto sto preparando tutte le Copie, con gli Allegati su carta e un CD-Rom... dove si sono altri File allegati... tra cui molti "Decreti di Compatibilità Ambientale" di Aeroporti, quasi tutti "Aeroporti Militari aperti al traffico Civile"... come quello di Verona.
.
In detta lettera, che... anche se già terminata... la pubblico domani, ho evidenziato che circa il 63% delle quote sociali sono detenute da: 25 Enti Territoriali, quali Comuni ( n° 18 ) e Provincie ( n° 7 )... e visto che queste Amministrazioni Pubbliche... sono dotate di Assessori all'Ecologia e all'Ambiente, che... quasi tutti i santi giorni... codesti... "hanno a che fare con la V.I.A. e con la V.A.S." ... mi sorge spontanea una domanda: "Come MAI in questi ultimi 10 anni, MAI nessuno di questi Sindaci e/o Presidenti di Provincia... (e loro relativi Assessori) si è MAI chiesto... dov'è e... dov'era la V.I.A. dell'Aeroporto Catullo?"
.
Vi ricordate dell'Aeroporto di Napoli - Capodichino?
.
Ovviamente, prima vi ri-ricordo che Napoli-Capodichino... è un Aeroporto Militare aperto al Traffico Civile... come quello di Verona, del quale avevo scritto in questo messaggio: Aeroporti che applicano le norme ambientali e... Aeroporti che non le applicano. Perchè?
.
L'Aeroporto di Napoli aveva chiesto la V.I.A. ancora nel 2003, per ottenere - finalmente - nel 2008 il Decreto di Compatibilità Ambientale. Impiegando ben 5 anni per averlo.
.
Ma visto che questo Decreto V.I.A. ritardava, (perchè il Ministero dell'Ambiente, continuava a chiedere modifiche, integrazioni e adeguamenti dello S.I.A.) la Società Gestore dell'Aeroporto di Napoli-Capodichino, aveva perfino presentato ricorso al T.A.R. che con la Sentenza n° 12588 del 5 Dicembre 2007 ha cosi poi determinato:
Territorio – VIA - Sull’inerzia dell’Amministrazione ad emettere la pronuncia finale di compatibilità ambientale - Violazione dell’art. 2, terzo e quarto comma, della L. n. 241/90 e violazione dell’art. 6, quarto comma, della L. n. 349/86 – Adozione di un provvedimento decisorio sulla richiesta di pronuncia di compatibilità ambientale con possibilità, in caso di ritardata attivazione dell’organo, di ricorrere allo strumento del silenzio rifiuto.
.
Avete notato la data della Sentenza del T.A.R.? 5 Dicembre 2007. Sentenza che a quanto pare nessuno dell'Aeroporto Valerio Catullo, allora era andato a leggerla, sopratutto in considerazione che il sottoscritto, ancora in data 14 Settembre 2007 aveva inviato al Presidente dell'Aeroporto, al mio Sindaco e ad un (allora) Consigliere di Minoranza... e (oggi) Assessore del Comune di Sommacampagna, questa lettera: L'Aeroporto di Verona è in possesso di Decreto V.I.A.?
.
Dopo più di DUE anni... posso permettermi di "incaxxarmi"... dato che ad oggi... NON ho ancora visto nessun Decreto V.I.A. e tanto meno... non ho ancora visto un Decreto V.I.A. nemmeno... in "Sanatoria" dell'Aeroporto Valerio Catullo?
.
Basta ho scritto troppo e ora concludo con un giochino...
.
Se 100 aerei al giorno... mi avessero da creare... qualche leggero disturbo, potrei pretendere che "ogni giorno", la Catullo S.p.A. abbia da offrirmi - a mitigazione del giramiento di los marrones glacess - almeno un... "Cappuccino Decaffeinato... con la Brioches"?
.
E se questo "ristoro" per compensarmi los rompimentos de timpanis... costasse alla Valerio Catullo S.p.A. 2,20 Euro... che somma ne uscirebbe se questo piccolo importo fosse moltiplicato per... 4966 abitanti di Caselle, per... 365 giorni all'anno?
.
Lascio a Voi trovare la soluzione e poi ditemi... cosa, come, quanto - con quella cifra - ne verrebbe fuori in Opere e Interventi... di Mitigazione, di Compensazione, di Risanamento e di Restauro Ambientale... e questo per ogni anno che l'Aeroporto avesse da rimanere aperto.
.
Ovviamente tutto questo solo per opere e interventi per il centro abitato di Caselle e per tutti i Suoi cittadini.
.
Poi se altri residenti nell'intorno aeroportuale, avessero voglia di un "Cappuccino" che lo chiedano loro alla Catullo S.p.A., il sottoscritto, per intanto, lo chiedo per il "MIO" paese.

giovedì 17 settembre 2009

Se EMMENDI una... "caxxata", il risultato non è una... "caxxata"... EMMENDATA ???

Da due anni ormai... come cittadino "nativo" di Caselle", non vedo l'ora che arrivi la possibilità di pubblicare un messaggio con un titolo... simile a questo: "L'uomo del Verde. La sfida di Kipar. Trasformo Caselle in Paese-Giardino"... ma dopo due anni... mi devo accontentare ancora di scrivere messaggi con titoli (da incaxxato) come questo: "Se EMMENDI una... "caxxata", il risultato non è una... "caxxata"... EMMENDATA?"
.
Una Proposta di Delibera che altro non è che un ulteriore esempio di incapacità di gestione della gravissima situazione ambientale, paesistica e sanitaria... di Caselle, causata dall'incompetenza per la difesa e la salvaguardia ambientale (e della salute pubblica) operata DAGLIEX in questi ultimi 10 anni... ancora oggi evidente - visto la loro proposta di delibera - che li riconferma... ideatori di... caxxate!!!
.
Se vi collegate a "Google" e tra le parole di ricerca scrivete "kipar vivicaselle" (anche senza le " ") dopo un breve ricerca nel mondo virtuale del web, vi appaiono una serie di indirizzi web che, al sottoscritto, sono apparsi in questo ordine:
30.10.2008
- Un contributo dall'arch. Kipar: "L'irreversibile erosione del Paesaggio Veneto".
22.12.2008
.
Se poi alla fine di questi primi indirizzi web, come evidenziati dalla ricerca di Google, cliccate su: Mostra tutti i risultati da vivicaselle.blogspot.com » vi appare una prima pagina di... tre, con su scritto: "Risultati 1 - 10 su circa 30 da vivicaselle.blogspot.com per kipar vivicaselle. (0,14 secondi)".
.
Evidenziare le ultime parole dell'ultimo indirizzo web sopra riportato : "per qualcuno/a che sia un cattivo anno", visto che era riferito all'ex Assessore e all'ex Sindaco... credo che serva ricordarlo, visto i risultati elettorali ottenuti DAGLIEX... del Giugno scorso quando GLIEX hanno perso le elezioni.
.
Premesso questo, immaginate quando ieri, in un servizio di TGVerona dal titolo: "DAL DEGRADO AL VERDE" che accompagnava un articolo a titolo: C'erano una volta le ex Cartiere: presentato il progetto del nuovo parco, apprendo che per realizzare un parco da 40.000 mq è stato chiamato l'Arch. Andreas Kipar, cosi presentato (nel video) dall'Assessore Giacino: "il parco sarà seguito da Kipar, il prof. Kipar è un'autorità internazionale e quindi porterà avanti questo progetto".
.
E quando ho visto le prime immagini degli elaborati, ho ricordato gli incontri avuti con l'Arch. Kipar, presso i suoi uffici di Milano dietro il Municipio, il 18 Ottobre del 2007 quando l'ho conosciuto per la prima volta - come cittadino di Caselle - dopo avergli chiesto un appuntamento... per spiegargli la grave situazione paesitica-ambientale del "mio" paese.
.
.
Ovviamente ricordo anche il secondo incontro con l'Arch. Kipar, quando il 27 novembre 2007, sono ritornato a Milano, accompagnando l'allora Assessore all'Urbanistica del Comune di Sommacampagna, al fine di verificare se esisteva la possibilità di assegnare un incarico all'Architetto, di predisporre un "Masterplan paesistico ambientale", per il quale fu poi inviato al Comune una proposta di disciplinare d'incarico (già firmata dall'Architetto perchè già concordata)...
al cui 1° punto c'era scritto questo:
"l’incarico professionale per la redazione del Masterplan paesistico-ambientale e prosecuzione alla progettazione – progetto preliminare, definitivo/esecutivo, direzione lavori per la riqualificazione del territorio comunale nei pressi della frazione di Caselle"
e poi al 2° punto questo:
2.1 Master plan paesistico-ambientale
2.1.a Analisi degli strumenti urbanistico-territoriali vigenti e in corso di redazione, al PAT del Comune di Sommacampagna e al PTCP della Provincia di Verona.
2.1.b Analisi del contesto territoriale a vasta scala, con particolare riferimento alle tematiche urbanistiche e paesistico-ambientali;
2.1.c Analisi dello stato di fatto del territorio comunale e individuazione delle potenzialità/criticità presenti sul territorio stesso quali elementi di interesse storico-culturale, naturalistico, fruitivo, infrastrutturale, cave/discariche;
2.1.d Definizione di linee guida per lo sviluppo di scenari ambientali per la riqualificazione paesistica e territoriale con particolare riguardo al progetto di mitigazione del sistema infrastrutturale nella frazione di Caselle,
.
.
Dopo aver fatto perdere tempo all'Arch. Kipar, per predisporre la proposta del Disciplinare d'Incarico, GLIEX devono aver pensato: "Se diamo incarico all'Arch. Kipar di salvaguardare Caselle, come possiamo poi procedere alla realizzazione della "nostra" Discarica delle Siberie?" E cosi quell'incarico è finito in un cassetto dell'Ufficio Urbanistica, sul quale si sta depositando della polvere da due anni.
.
.
Se nel video di TGVerona... ascoltate le parole dell'Assessore Giacino, che illustra il progetto del Parco a Verde delle ex Cartiere... che è da 40.000 mq e, pertanto, non posso che evidenziare, che la superficie del Parco a Verde del Centro Sociale di Caselle (su mio progetto) è di 25.000 mq., che la superfice dell'area degli Impianti Sportivi della Polisportiva di Caselle (su mio progetto) è di 60.000 mq... e che nella cosidetta Lottizzazione Caselle Sud (su mio progetto) oltre all'area attrezzata del "Parcobaleno", in aggiunta agli Standard Urbanistici di Legge... sono stati realizzati anche dei Viali Alberati... lungo tutti i marciapiedi della lottizzazione.
.

"L'Arch. Kipar è quel signore indicato nel cerchietto rosso"
.
Io oggi non volevo scrivere dell'Arch. Andreas Kipar, ma dato l'occasione, evidenziando che Verona si serve di architetti di fama internazionale per il loro verde, credo che questa premessa sia utile... dato che oggi volevo commentare quanto è stato approvato nel Consiglio Comunale di martedi scorso che ha deliberato in merito a questo argomento: Proposta di deliberazione presentata in data 02/09/09 dai consiglieri del gruppo consiliare Sommacampagna Popolare avente ad oggetto “Riproposizione del parere contrario al nuovo progetto di cava Betlemme (presentato in data 19.03.2009) ed appello alla Giunta Regionale“.
.
Ovviamente finchè quella Delibera non viene pubblicata sul sito web del Comune, non la posso commentare, ma mi sembra, ripeto, mi sembra, che uno dei punti del deliberato proposto DAGLIEX sia quello di poter visionare il "verbale della Commissione V.I.A. Regionale" che ha determinato in merito alla Cava Betlemme, che come tutti sanno... non può essere letto, perchè quel verbale diventa ufficiale e ha valore lagale... solamente dopo che è stato Allegato ad una Delibera.
.
A titolo di esempio ricordo che la Provincia di Verona, con Delibera n° 139/2009 in data 23 Luglio 2007, ha approvato: Servizio Valutazione Impatto Ambientale – Commissione V.I.A. Parere sul progetto denominato “Nuovo sistema delle Tangenziali venete Verona – Vicenza – Padova” presentato dalla Regione Veneto – Direzione Infrastrutture – via Baseggio, 5 – Mestre (VE) (art. 25 c. 2, decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 e successive modifiche ed integrazioni).
.
Poi, se andiamo a leggere "dentro quella Delibera" scopriamo che con Verbale n° 223 del 26 Maggio 2009 - prima delle elezioni e quindi con GLIEX ancora al potere - la Commissione V.I.A. Provinciale aveva espresso parere positivo alla nuova Autostrada denominata: Sistema Tangenziali Venete, che sarà realizzata sul nostro territorio e che... sarà ubicata a 50 metri (cinquantametri) dalla Cava Betlemme.
.
Una Cava Inquina? Un'Autostrada Inquina? Una Discarica di Rifiuti Inquina? E perchè GLIEX si preoccupano solo della Cava Betlemme? Me la spiegate sta cosa? Meglio che i cittadini credano che se dicono no alla Cava poi cosi non viene realizzata la Discarica?
.
Perchè poi GLIEX chiedono di poter vedere un verbale che avrà valore legale solo dopo l'approvazione e/o la negazione della Giunta Regionale Veneto, quando un verbale già allegato ad una Delibera della Provincia di Verona... non viene chiesto di poterlo esaminare e discutere in Consiglio Comunale?
.
Come al solito GLIEX stanno stumentalmente usando ancora la Cava Betlemme perchè non si parli della Discarica Siberie i cui lavori (forse) inizieranno a giorni?
.
Una cosa è certa - se nella Delibera approvata il 15 Settembre 2009 vi sono elementi per segnalare alla Procura della Repubblica, che possono essere identificati come... altri tentativi che possano quindi essere ascritti all'art. 661 del Codice Penale, quella Delibera potrebbe essermi molto utile per presentare un NUOVO Esposto... stavolta con nomi e cognomi.
.
Prima di concludere mi sia permesso un appello al Sindaco nuovo e a tutta la nuova Maggioranza Consigliare di Sommacampagna... "la prossima volta che GLIEX presentano delle proposte scritte... perchè non me le fa leggere... prima?
.
E questo perchè... se GLIEX presentano delle CAXXATE... e se poi il Consiglio Comunale approva degli EMENDAMENTI alla CAXXATA presentata... è evidente che poi il risultato non può che essere che questo: "Se EMMENDI una "caxxata", il risultato non può essere che un "caxxata" EMMENDATA".
.
Quella proposta di Delibera... "caxxata già lo era prima"... e pertanto "caxxata rimane anche dopo che questa è stata emmendata"... questo è il mio pensiero.
.
Visto che l'EX Assessore nel presentare la "caxxata" ha dichiarato che loro hanno difeso l'Ambiente... dove sono stati GLIEX in questi ultimi 10 anni... mentre dal 1999 i "movimenti degli Aerei" all'Aeroporto Catullo che allora erano pari a 23.430 sono arrivati alla fine del 2008 ad essere 36.362 ...facendo si che in 10 anni il totale dei "movimenti aerei" siano stati 341.619.
.
Non è che in questi ultimi 10 anni GLIEX sono stati troppo impegnati a voler realizzare la "loro" Disarica di Rifiuti industriali, per poter incassare 22 milioni di euro e non si sono mai accorti che nel 1999 i passeggeri del Catullo erano stati 1.625.871 per arrivare ad essere nell'anno 2008 pari a 3.366.766 e pertanto in 10 anni al Catullo sono transitati 25.516.177 di passeggeri che oltre a far crescere il numero dei voli... ha creato traffico anche sulle nostre strade.
.
Visto che GLIEX si sono ricordati dopo che mancava la V.I.A. alla Cava Betlemme... perchè non si sono mai accorti che la V.I.A. mancava anche all'Aeroporto Catullo e per il Quadrante Europa?
.
Poi se io domani dovessi andare a Roma... per tornare Venerdi prossimo e cercassi su: www.volagratis.com i costi... mi apparirebbe, come prima proposta... un'offerta di AirItaly da... 78 euro tasse incluse.
.
Se invece di pagarne 78 quel viaggiatore ne pagasse 79 cosa gli cambierebbe? E se per quell'Euro in più sul biglietto trovasse chiaramente scritto "per difendere la qualità della vita dei Cittadini di Caselle", dato che, tra l'altro, se sta via una settimana il parcheggio della sua auto gli costerà più del biglietto dell'aereo... non avrebbe potuto pagarlo quell'euro in più?
.
Se GLIEX si fossero preoccupati che l'Aeroporto Catullo è senza V.I.A. chiedendo UN euro a passeggero non avrebbero già incassato 25.516.177 euro? Che vi faccio notare... è una cifra ben superiore all'introito previsto dalla Discarica... voluta DAGLIEX.
.
Ovviamente con UN euro a passeggero si sarebbe potuto far diventare Caselle un Giardino... dove sarei sempre stato inquinato dagli scarichi e dal rumore degli aerei... ma almeno vivevo... dentro un "Paese-Giardino".
.
Dimenticavo...
.
Dato che a metà Ottobre tutti i soci della Catullo S.p.A. verranno chiamati a sottoscrivere un aumento di Capitale... sto preparando un documento - da inviare a tutti i Soci - in cui Gli invito - a titolo precauzionale - ad accantonare (per le loro rispettive quote societarie) una somma pari ad: UN euro "a passeggero" e: 10 euro per "Movimento Aereo" per questi ultimi 10 anni.
.
Meglio essere previdenti... o no? Non si sa mai che quei soldi - da accantonare - debbano essere poi recuperati... per essere spesi... per i cittadini di Caselle.

mercoledì 16 settembre 2009

Le NUOVE Procedure di Decollo del Catullo? Alla bisogna! Ogni aereo fa quello che vuole.

Domenica ho scritto questo messaggio: Malati di smog, casi in aumento. La Ulss: servono azioni strutturali e l'avevo scritto... dato che la qualità dell'aria di Caselle... fa leggermente schifo e il giovedì prima avevo evidenziato, in questo messaggio: EU-PILOT: 240/08/ENVI - Aeroporto di Verona - Violazione delle Direttive CE: V.I.A. e V.A.S. come gli aerei decollano su Verona, secondo delle procedure antirumore che sarebbero state "ideate" dall'Aeroporto Catullo.
.
Delle procedure di Decollo "antirumore" che... sarebbero il risultato di anni di analisi, secondo le quali, noi cittadini di Caselle, non dovremmo sentire gli aerei che Decollano verso la Città di Verona (con una virata... dopo aver raggiunto una determinata quota sopra il V.O.R. dell'Aeroporto), in quanto saremmo dei cittadini... residenti... al "di fuori" delle zone inquinate.
.
.
Il punto di riferimento di queste procedure di decollo, cosidette antirumore... è il "V.O.R." che è un sistema di antenne posto alla fine della pista del Catullo che è posto a Sud di Caselle ed è ubicato a circa 1,4 km dal Parco Pubblico del Centro Sociale, che, ricordo, è un luogo molto più lontano dalla pista rispetto alle aree del Polo Scolastico dove ci sono le Scuole Medie, le Scuole Elementari, la scuola Materna e degli "asili nido", che... anche questi (secondo il Catullo) sarebbero posti... all'esterno delle aree che sarebbero inquinate dai decolli.
.
Come ogni mattina porto "Nello" a fare due passi nell'area "dei cani" dove poi è libero di correre e mentre lui fa le sue cose... gli aerei decollano con le cosidette procedure antirumore verso e sopra la città di Verona, e questa mattina - in dieci minuti - ho ripreso tre decolli, uno ha virato prima del V.O.R., il secondo esattamente sopra il V.O.R. con una procedura perfetta e il terzo ha virato a circa 2 Km dal V.O.R. quando ormai era arrivato sopra la città di Verona.
.
.
Io ho una vecchiotta macchina digitale e quindi la qualità del video e del suono è quella che è... e mentre i decolli si susseguino... io sento i rumori, che (secondo l'aeroporto) sarebbero dei rumori che non dovrebbero disturbarmi... e ora qui sotto riproduco il primo video, dove si vede (e si sente) ricordando che siamo a circa 1400 metri dalla pista del Catullo... un Decollo di un Aereo che esegue la virata... ancora prima di arrivare sopra del V.O.R.
.

video

.
In questo secondo video, sempre ripreso dalle aree del Centro Sociale e sempre a 1.400 metri dalla pista, l'aereo in Decollo esegue la virata con una precisione... quasi maniacale, proprio sopra il V.O.R. perfetto direi e perfetto direte voi... ma il rumore, anche in questo caso... si sente lo stesso... o la mia vecchiotta machinetta digitale... è troppo sensibile?
.

video

.
Poi (maremma maiala) mi si è scaricata la batteria della fotocamera e sono tornato a casa a prendere le pile... e cosi ho perso un paio di aerei prima di ritornare... sempre nell'area dei Cani del Parco Pubblico di Caselle... ed è stato in quel momento che è... decollato un bel MD80... che ha "tirato dritto sopra il V.O.R." ... non ha fatto una piega... se non ricordarsi poi... dopo un paio di km... quando ormai era arrivato sulla città di Verona e solo allora ... lentamente, ma lentamente ha iniziato a virare sopra la città, con un raggio molto ampio... per poi arrivare sopra l'Ospedale di Borgo Roma.
.

video

.
Che dire?... Queste sarebbero le NUOVE Procedure di Decollo del Catullo? Sopratutto sarebbero queste le procedure antirumore? Al sottoscritto sembra che gli aerei decollino... alla bisogna! Ogni aereo fa quello che vuole... alla faccia di tutte le disposizioni antirumore (finte).
.
Perchè non nosso vedere i documenti e le analisi eseguite dal Catullo - che sarebbero durate anni - e che avrebbero stabilito che... noi di Caselle... non sentiamo i rumori degli aerei?
.
Ora se volete leggere qualcosa di più serio... collegatevi su Aero Habitat e leggete questo: Emissioni degli aerei, le aerolinee dovrebbero monitorare.

martedì 15 settembre 2009

Accadeva 20 anni fa (19 parole in più)... è riaccaduto anche OGGI (per tante parole in meno)?

Accadeva circa vent'anni fa, allora ero ancora Consigliere Comunale (almeno mi sembra, anche se lo sarei stato ancora solo per poche settimane, poi mi dimisi prima della fine del mio mandato), quando l'allora Sindaco mi disse: "abbiamo vinto... la Cava Mirabella non si fa più". Io risposi: "bene, fatemi vedere le carte". Il Sindaco insisteva: "La Commissione ha dato parere negativo all'apertura della Cava e l'area... torna agricola". Io ri-insistevo: "ri-bene, fatemi vedere allora la Delibera della Giunta che ha recepito il parere negativo della Commissione". Finalmente il Sindaco, dopo le mie insistenze, mi dette modo di leggere, sia la Delibera, che il Verbale della Commissione.
.
Me ne tornai a casa e iniziai a leggere e solo dopo qualche ora lo richiamai: "Le carte le ho lette... ma qui ci sono 19 parole in più, tra il verbale della Commissione e quanto riportato nella Delibera". Il Sindaco disse: "impossibile". Io gli dissi che: "Si, sarebbe anche vero che l'area torna agricola, ma solo dopo che la cava sarà stata esaurita". Nel ricopiare sulla Delibera della Regione delle frasi del Verbale della Commissione Cave... avevano aggiunto 19 parole in più... che nel verbale... non c'erano mai state e tantomeno mai approvate.
.
Dopo di che si scatenò l'inferno... il Sindaco ebbe a denunciare nelle sedi appropriate, coloro che "avevano aggiunto quelle 19 parole in più", qualche funzionario ebbe problemi con la Giustizia, con periodo di alloggio nelle pubbliche carceri e un Assessore o, un Importante Funzionario... "perse la poltrona".
.
Oggi sono trascorsi 20 anni da quanto accaduto allora... ma "delle parole in meno" e/o delle "frasi modificate" scritte sul verbale della Commissione V.I.A. Regionale, relativa alla Discarica Siberie... DI OGGI... mi fanno ricordare quei fatti allora accaduti e le relative conseguenze.
.
Fatti che potrebbero essere ancora più gravi, dato che per quanto riguarda la DISCARICA SIBERIE... in questo specifico caso... il Comune è IL "controllore" ed è IL "controllato".
.
Ricordando quello e quanto accaduto 20 anni fa, oggi non scrivo nulla di nuovo di quanto ho già scritto in una lettera datata 20 Maggio 2009, (io preavviso prima... poi agisco) quando il sottoscritto ha inviato al Presidente delle Giunta Regionale del Veneto, al Sindaco di Sommacampagna e al Sindaco del Comune di Sona una lettera avente questo oggetto: Richiesta di “annullamento” Delibera G.R.V. n° 996 del 21.4.2009... nella quale lettera - tra l'altro evidenziavo che tra la Delibera della Giunta di Sommacampagna e il testo "riportato" nel verbale della Commissione V.I.A.... c'erano delle piccolissime modifiche che diventavano una "riscrittura totale" relativamente alle Osservazioni dal n. 42 al n° 60.
.
Nella Delibera di Giunta di Sommacampagna c'è scritto questo: "- Le osservazioni dalla 42^ alla 60^ comprese sono specificatamente riferite al progetto e quindi si demanda ai progettisti della ditta GEO NOVA il relativo riscontro" nel Verbale della Commissione V.I.A. Regionale è invece stato trascritto questo: "42-60) Visto il contenuto delle osservazioni presentate, si ribadisce quanto già espresso nelle precedenti controdeduzioni."... che, ovviamente, è una frase completamente diversa da quella contenuta nella Delibera Comunale.
.
Perchè se sarebbe una trascrizione, quella frase... è stata cambiata?
.
Perchè... se fosse rimasta la stessa frase della Delibera di Giunta, il Presidente della Commissione avrebbe dovuto chiedere l'Audizione Pubblica affinchè ci fosse stato confronto tra il Proponente e il presentatore delle Osservazioni? E perchè... se la Giunta Comunale ha scritto quest'ultima frase, non si è accorta che la Commisisone V.I.A. l'ha cambiata? Il Sindaco non ha chiesto l'Audizione Pubblica... in modo che i progettisti della Discarica non potesserò rispondere - in pubblico - alle mie Osservazioni al V.I.A. dal n° 42 al n° 60?
.
Qui sotto la pagina è riportata parte della pagina 6 (di 9) della mia lettera:
.
.

Pensando e ripensando a quanto accaduto 20 anni fa, assume OGGI... una maggiore rilevanza quanto avevo scritto nella pagina 4 di detta lettera, che ricordo aveva questo oggetto: Richiesta di “annullamento” Delibera G.R.V. n° 996 del 21.4.2009... perchè sul Verbale della Commissione V.I.A. Regionale è stato trascritto parte del Verbale della Commissione V.I.A. Provinciale, che sarebbe quanto sotto riprodotto:

.
.
In realtà nella mia lettera, indirizzata al Presidente delle Regione, al Sindaco di Sommaampagna e a quello di Sona (ovviamente detta lettera l'ho anche inviata alla Procura della Repubblica) a pagina 4 avevo evidenziato questo:
.
.
Una pagina che concludevo cosi:
.
Essendo quanto sopra… scritto in corsivo, si presume che sul Parere della Commissione Regionale V.I.A. quanto è stato tratto dal Parere V.I.A. Provinciale sia stato correttamente riprodotto, in realtà le parti del testo sopra scritto ed evidenziate in rosso barrato, forse per una banale dimenticanza del Funzionario dattilografo non sono stati correttamente riprodotti sul parere VIA Regionale ed in particolare anche i punti 3 e 4 come sopra ricopiati, sono una “riscrizione creativa” della Commissione VIA Regionale rispetto al testo originale come scritto nel parere della Commissione V.I.A. Provinciale, nel penultimo paragrafo del verbale.
Ma la Commissione V.I.A Regionale, a quanto pare… si è ben dimenticata di valutare e considerare quanto altro aveva scritto la Commissione V.I.A. Provinciale nel Verbale n° 165-2007 cosi ESATTAMENTE riprodotto:
In conseguenza, inoltre, alla attuale esistenza in Provincia di Verona di tre impianti abilitati a ricevere la medesima tipologia di rifiuti, la necessità di gravare sull’ambiente creando un’ulteriore discarica per rifiuti non pericolosi e/o putrescibili su territorio comunale in primis, ma anche provinciale, non sembra sostenibile nemmeno a fronte di un obiettivo finale di recupero ambientale (nel progetto destinato a semplice prato, ottenibile anche a fondo cava), e potenzialmente ottenibile con un intervento di diversa natura a impatto minore.
Perché i funzionari della Commissione V.I.A. Regionale (sul loro verbale) hanno trascritto solo parti del Verbale della Commissione V.I.A. Provinciale ? Il Verbale della Commissione V.I.A. Provinciale non è stato riprodotto “in originale” sul Verbale V.I.A. Regionale… perché terminava con queste determinazioni ?
“La sottocommissione formula la seguente proposta di PARERE NEGATIVO… omississ… all’approvazione dell’intervento proposto con il progetto presentato… omississ…”
.
Se vent'anni fa dei Funzionari Regionali sono stati indagati e alcuni anche condannati e degli Amministratori Pubblici hanno avuto delle problematiche personali da risolvere per aver aggiunto 19 parole... perchè l'ex Giunta Comunale di Sommacampagna presieduta dall'ex Sindaco di Sommacampagna, quando il 20 Maggio scorso gli ho inviato questa lettera... evidenziando questi "errori" del Funzionario Dattilografo" - se vogliamo chiamarli cosi - ha fatto finta di nulla?
.
Se degli "errori di dattilografia" - come sto cercando di chiamarli - fossero stati riscontrati sulla "Cava Betlemme" che cosa sarebbe successo? Per una V.I.A. che sarebbe stata mancante, ma che non si erano accorti che mancava nella Delibera di Consiglio Comunale che aveva esaminato la Domanda della Cava Betlemme... è venuto fuori un casinò della malora... tra l'altro con il contributo finanziario del Comune affinchè i componenti di un "Comitato Spontaneo"... potessero andare a fare i giretti in Gondola a Venezia... per manifestare contro una cava.
.
Questa sera, dalle 18 in poi c'è Consiglio Comunale a Sommacampagna... e l'ultimo punto all'Ordine del Giorno è questo: Proposta di deliberazione presentata in data 02/09/09 dai consiglieri del gruppo consiliare Sommacampagna Popolare avente ad oggetto “Riproposizione del parere contrario al nuovo progetto di cava Betlemme (presentato in data 19.03.2009) ed appello alla Giunta Regionale“.
.
Dimenticavo, ovviamente in data successiva alla lettera spedita al Presidente della Regione e ai Sindaci di Sona e di Sommacampagna, il 25 Maggio 2009, il sottoscritto ha poi inviato una ulteriore lettera (questa solo via e_mail) a tutti gli Assessori della Giunta Regionale del Veneto, avente il seguente oggetto: Richiesta di “riparazione” di un VS “errore” - Il VS Voto per la Delibera G.R.V. n° 996 del 21.4.2009... ma ad oggi... ancora nessuno si è accorto che nel Verbale della Commissione V.I.A. Regionale ci sono questi... "errori di dattilografia"... e nessuno mi ha ancora risposto... e tantomeno... SONO STATI RIPARATI GLI ERRORI DEL DATTILOGRAFO.
.
E' pertanto ri-evidente che queste considerazioni... verranno RI-SEGNALATE anche alla Procura della Repubblica... e, se mi è permesso un consiglio... credo che per l'Ex Sindaco sia molto più conveniente, accorgersi anche solo ora, ANCHE SOLO OGGI, di chiedere l'IMMEDIATO ANNULLAMENTO della D.G.R.V. n° 996 del 21.04.2009... segnalando alle "opportune" autorità... i cosidetti "errori di dattilografia e di trascrizione" contenuti nel Verbale della Commissione V.I.A.. che oggi, anche qui, sul blog, sono... di nuovo segnalati.
.
Ovviamente se... ri-evidenzio solo oggi questo aspetto... è solo un caso...
.
Non c'entra nulla il fatto che stasera in Consiglio Comunale si discuterà della Cava Betlemme... che DAGLIEX è stata utilizzata in modo strumentale, in modo che la Popolazione si accorgesse di questa cava e non della DISCARICA DI RIFIUTI DELLE SIBERIE... che in silenzio - ovviamente - doveva essere approvata... per riempire le casse - da loro disastrate - del Comune.
.
Se scrivo oggi, ricordo, che è solo un caso... una casualità casuale... una banale coincidenza.
.
E sempre per questo... caso, casuale, coincidente, vi ricordo che in data 27 Maggio, il sottoscritto aveva inviato ("solo" alla Regione e non al Comune) una: Osservazioni alla V.I.A. “non dovuta” di Cava “Corte Betlemme” in quanto la D.R.G.V. n. 3879 del 12.12.2006, “non è mai stata annullata”.
.
Ovviamente mentre GLIEX si occupavano della - per me - NON mancanza di V.I.A. della Cava Betlemme, (vedi il contenuto dell'Osservazione) non si accorgevano che l' Aeroporto Catullo e il Quadrante Europa, erano senza V.I.A. e senza V.A.S.
.
Ma anche questo è un altro...caso!!!
.
E per concludere... perchè non andate a rileggervi cosa dichiarava... l'Ex Assessore alle Cave, alle Immondizie e alle Discariche (ancora oggi Consigliere Comunale... sebbene di Minoranza) in questo Comunicato Stampa del 29 Ottobre 2008 a titolo: BOCCIATA CAVA BETLEMME di cui ricordo questo significativo paragrafo:
.
Sicurezza, inquinamento, viabilità, oggettivo dissesto del territorio, queste solo alcune delle problematiche che la Cava Betlemme ha portato – incalza Massimo Granuzzo, assessore all’ecologia – Adesso bisogna pensare a cosa succederà in quell’area in futuro. Con l’annullamento del procedimento di richiesta d’escavazione da parte del Consiglio di Stato e con la legge vigente (L.R.44/82) in quell’area non si potrà più scavare. Perfino il PRAC non prevede più attività estrattiva verso Caselle. Se ciò accadrà vorrà dire che sono state cambiate le regole e noi rimarremo in prima linea per difendere il nostro territorio”.
.
Una Discarica di Rifiuti Industriali, dove il Controllore coincide con il Controllato, cioè lo stesso Comune... approvata con degli "errori di dattilografia" come evidenziati esserci nel Verbale della Commissione V.I.A.... non crea problemi di sicurezza, di inquinamento, e non è un oggettivo dissesto del territorio?
.
Perchè... 100 Camion che "portano via" ghiaia inquinano e... 100 Camion che "portano da noi" tonnellate di Rifiuti non inquinano? Inquinano di più 100 camion al giorno o... 100 aerei che decollano sulle nostre teste... di un Aeroporto che è... senza V.I.A.
.
E se è stata chiusa una cava perchè era senza V.I.A. perchè GLIEX non hanno fatto chiudere un Aeroporto che è senza V.I.A. ... da decenni?
.
Se per 19 parole in più in una delibera... è successo quello che è successo 20 anni fa, perchè per degli "errori di dattilografia e di trascrizione"... oggi c'è questo silenzio?
.
Solito motivo: stavolta il Controllore è anche il Controllato e quindi meglio che il Controllore non controlli bene cosa fa il Controllato... altrimenti il Controllore dovrebbe denunciare sia il Controllore che il Controllato e alla fine... Controllore e Controllato si controlleranno nelle patrie galere?

lunedì 14 settembre 2009

Far credere alla Popolazione che la Discarica Siberie sia un Recupero Ambientale... è un Reato?

Credo che sia ormai dal 1999 (forse prima,1997), che il Comune di Sommacampagna è proprietario dell'ex Cava delle Siberie e in tutto questo periodo, fino ad oggi, al fine di potervi realizzare una Discarica di Rifiuti... l'ha lasciata abbandonata... tanto che sarebbero stati trovati, su parti di aree del fondo cava, delle zone che hanno subito degli inquinamenti.
.
E oggi, l'ex Cava Siberie, è un'area che è costituita da un prato verde con degli alberi sulle sponde, ma che è stata definita area degradata... proprio per l'incuria del proprietario... cioè lo stesso Comune che doveva controllare.
.
.
A circa metà del mese di Luglio 2007, tutte le famiglie e quindi tutta la Popolazione del Comune di Sommacampagna (e forse anche nel Comune di Sona) hanno trovato, nella cassetta della Posta, UN AVVISO che... il 20 Luglio 2007, ci sarebbe stata un'Assemblea Pubblica di cui qui sotto se ne riproduce il testo:
.
.
A tutta la polazione era stato annunciato che ci sarebbe stato un Recupero Ambientale di una ex cava in modo che alla fine dei lavori, fosse realizzato del verde pubblico, quando in realtà il "vero oggetto" del Progetto depositato in Regione era "leggermente" diverso come risulta da una delle copertine del progetto, come sotto riprodotto:
.
.
E nel sottostante schema... si mettono a confronto le due... "leggermente" diverse diciture:
.

.
Domanda: Perchè nell'invito alla popolazione non è stato riportato "esattamente" la denominazione del progetto presentato? Si voleva evitare che vi fosse un "turbamento dell'ordine pubblico" se la popolazione avesse ricevuto un invito alla presentazione di una Discarica di Rifiuti invece che a quella di un Recupero Ambientale? Aspetto risposte da due anni.
.
Che differenza c'è a presentare un progetto di "Discarica di Rifiuti" e/o voler far credere che venga presentato un progetto di un "Recupero Ambientale"? Si può rispondere prendendo come esempio due delibere della Regione Veneto, una avente come oggetto "Discarica di Rifiuti" e l'altra il (nostro finto) "Recupero Ambientale"... dove l'obiettivo finale è identico: "ripristino ambientale" delle quali, si possono evidenziare degli aspetti significativi.
.
Anche per l'area dell'ex Cava Siberie alla fine dei lavori di scavo, era stato realizzato un "ripristino ambientale", ma poi il "proprietario della ex cava" non l'ha curato e non l'ha mantenuto per poi avere la scusa di definirla area degradata. Ma ora torniamo ai due esempi, partendo dal primo.
.
D.G.R.V. 3304 del 23.10.2007 - ALLES S.r.l. - Discarica per rifiuti non pericolosi ex cava ai Ronchi - Comune di localizzazione: Loria (TV) - Procedura di V.I.A e autorizzazione ai sensi dell'artt. 11 e 23 della L.R.n. 10/99 e del D.Lgs. n. 59/05. Giudizio favorevole di Compatibilità ambientale e approvazione del progetto.
.
Dove alla pagina 25 e 26 del Decreto V.I.A. vi sono scritte le alternative progettuali, che sono queste:
.
2.3.10 Alternative progettuali
Fermo restando lo scopo ultimo di qualsiasi intervento da realizzare nel sito in oggetto, ossia il recupero dell’area ad un utilizzo più consono al paesaggio ed all’ambiente, il proponente ha valutato anche alcune possibili alternative al progetto presentato.
i.
Creazione di un’area naturale con inverdimento totale sia del fondo che delle scarpate con essenze particolari o tipiche del luogo senza apportare variazioni della morfologia della cava;
ii.
Addolcimento della morfologia della cava con creazione di un’area naturale con rinverdimento totale sia del fondo che delle scarpate con essenze particolari o tipiche del luogo;
iii.
Interventi che prevedono il ripristino totale del piano di campagna;
iv.
Interventi che prevedono l’utilizzo della cava come bacino idrico.
La scelta è andata sulla soluzione iii. in quanto si è dimostrata quella che più delle permette un ripristino ambientale di tipo naturale.
.
L'oggetto della Delibera in questione, è quello di voler realizzare una Discarica, ed è quindi evidente, che se c'è un buco, se c'è una ex cava, questa si può riempire di rifiuti per ripristinare il piano campagna e quindi... far sparire il buco.
.
Ed è pertanto evidente che l'oggetto delle Delibera... non è un Recupero Ambientale... ma solo una Discarica dove, alla fine dei lavori della Discarica di Rifiuti, c'è un "ripristino ambientale" che è una cosa ben diversa da un "recupero ambientale".
.
Se ora esaminiamo il "nostro caso" si evidenzia questo:
.
D.G.R.V. 996 del 21 Aprile 2009 - GEO NOVA S.p.A. - Recupero ambientale dell'ex cava Siberie, mediante la progettazione definitiva per la costruzione e la gestione operativa e post-operativa di una discarica controllata programmata con il sistema del project financing di cui all'art. 37 L. n. 109/94. Comune di localizzazione: Sommacampagna (VR). Procedura di V.I.A. ai sensi degli artt. 11 e 23 della L.R. n. 10/99, Autorizazione Integrata Ambientale ai sensi del D.Lgs. n. 59/05 e L.R. n. 26/07.
.
Dove alla pagina 32 e 33 del Decreto V.I.A. vi sono riportate le alternative progettuali che sono queste:
.
2.3.5 Alternative progettuali
Il proponente ha valutato anche alcune possibili alternative al progetto presentato:
- Nessun intervento - “opzione 0”
È mantenuto lo stato attuale dell’area. Eventuali interventi saranno diretti alla manutenzione ordinaria dell’area. Il sito necessita di un intervento di riqualificazione che riduca la vulnerabilità all’abbandono ed incrementi l’attuale situazione di degrado. L’attività manutentiva attuale non permette di contrastare le tendenze sopra descritte.
- Interventi che non alterano la morfologia della cava.
Creazione di un’area naturale con rinverdimento totale sia del fondo sia delle scarpate con essenze particolari o tipiche del luogo, usufruibile dagli abitanti locali. Si riconosce un indubbio beneficio indotto all’ambiente per l’assenza di movimenti terra, con la conseguente mancanza di circolazione di macchine operative e mezzi di trasporto. Tale ipotesi, tuttavia, non modifica sostanzialmente la situazione rispetto all’attuale e facilita l’instaurarsi dell’area di una situazione di degrado. L’intervento è da scartare.
- Interventi che modificano parzialmente la morfologia della cava.
Addolcimento della morfologia della cava attraverso l’innalzamento del fondo e la riduzione delle pendenze delle scarpate. Creazione di un’area naturale con rinverdimento totale sia del fondo sia delle scarpate con essenze particolari o tipiche del luogo, usufruibile dagli abitanti locali. L’intervento realizzato appare come un”opera incompiuta”. Dello stato attuale di cava mantiene, anche se in forma minore, le sembianze di cava. L’entità del movimento terra risulta in ogni caso non indifferente e simile in termini di tempo (parziale riempimento della cava, addolcimento delle scarpate, sistemazione delle rampe, sistemazione dell’idrografia) a quella per un riempimento normale fino al raggiungimento del piano di campagna. I costi sono elevati e privi di un rientro. L’intervento è da scartare.
- Interventi che eliminano completamente la depressione di cava.
Riempimento completo della cava con realizzazione di un superficie baulata sistemata a prato. L’intervento concretizza l’obiettivo di recupero dell’area ad un utilizzo più consono al paesaggio ed all’ambiente in cui è inserita.
- Individuazione di un sito alternativo.
Nel caso in esame si tratta di un sito di proprietà comunale che è stato oggetto di una procedura di concessione, con il sistema del project financing, per il recupero ambientale dell’ex cava sita in località “Siberie” mediante la costruzione e la gestione operativa e post operativa di una discarica controllata programmata. Si tratta pertanto di una scelta programmata e condivisa.
Dall’analisi eseguita emerge che il ripristino morfologico dell’area è da ritenere il presupposto indispensabile di qualsiasi intervento, che contempli il reinserimento ambientale del sito.
Mantenere la depressione di cava,
anche parziale, comporta il perdurare dell’attuale impatto paesaggistico e non permette una completa fruizione da parte della collettività, determinando un rischio di abbandono dell’area e la produzione, nel tempo, di ulteriori impatti negativi.
.
Si avete letto bene, queste motivazioni che offendono la mia intelligenza e la vostra spero, sono state scritte per giustificare una Discarica di Rifiuti, perchè altrimenti, nell'ex Cava Siberie, creare un bosco, realizzare laghetti, percorsi pedonali, riempirlo di verde, realizzare anche degli impianti sportivi e/o aprire un piccolo allevamento di asini... e/o di oche autoctone, lasciati liberi di pascolare... NON sarebbe stato un Recupero Ambientale.
.
Una depressione di Cava (nemmeno tanto profonda tra l'altro solo 13 metri) dato che questo sarebbe un "impatto paesaggistico"... deve essere eliminata perchè essendo cosi depressa, non può avere una "completa fruizione da parte della collettività".
.
Riempire invece una ex cava con 700.000 mc di rifiuti sarebbe un "recupero ambientale" perchè alla fine della Discarica sia realizzata una collinetta con sopra un prato verde, dove la popolazione locale potrà avere una completa fruizione?
.
Io credo che quanto sin qui evidenziato sia un Reato Penalmente Perseguibile, ed in particolare questo reato è già descritto nel Codice Penale, all'art. 661, che ha questo titolo: Abuso della credulità popolare e che cosi recita: Chiunque, pubblicamente, cerca con qualsiasi impostura, anche gratuitamente, di abusare della credulità popolare è punito, se dal fatto può derivare un turbamento dell'ordine pubblico, con l'arresto fino a tre mesi o con l'ammenda fino a euro 1.032.
.
Il sottoscritto ritiene pertanto che sia ora di consegnare una integrazione all'Esposto-Denuncia-Querela già presentato alla Procura della Repubblica al fine di chiedere che sia verificato, se siano stati commessi dei reati di cui all'art. 661 del Codice Penale... anche se credo che forse esiste anche la possibilità di poter chiedere di accertare se siano stati commessi anche altri reati che sono iscrivibili ad altri articoli del Codice Penale ad iniziare da questo articolo:
.
Art. 476. Falsità materiale commessa dal pubblico ufficiale in atti pubblici.
Il pubblico ufficiale, che, nell'esercizio delle sue funzioni, forma, in tutto o in parte, un atto falso o altera un atto vero, è punito con la reclusione da uno a sei anni. Se la falsità concerne un atto o parte di un atto, che faccia fede fino a querela di falso, la reclusione è da tre a dieci anni.
.
Se vi fosse stata volontà di effettuare un... "vero" Recupero Ambientale della ex Cava Siberie, si poteva fare di tutto... fuorchè realizzare una Discarica di Rifiuti, quindi e pertanto il voler: far credere alla Popolazione che la Discarica Siberie sia un Recupero Ambientale... è un Reato da Codice Penale?
.
Credo che sia necessaria una nuova Assemblea Pubblica dove spiegare alla Popolazione che non c'è nessun "Recupero Ambientale", ma solo un "Ripristino Ambientale" costituito da un banale "prato verde" (tra l'altro che mai sarà usufruibile dalla popolazione) che verrà realizzato sopra una Discarica di Rifiuti da 700.000 metri cubi.
.
Scusate, mi ero dimenticato di segnalarvi le motivazioni espresse dalla Commissione V.I.A. Provinciale, che aveva espresso PARERE NEGATIVO alla Discarica delle Siberie: "In conseguenza, inoltre, alla attuale esistenza in Provincia di Verona di tre impianti abilitati a ricevere la medesima tipologia di rifiuti, la necessità di gravare sull’ambiente creando un’ulteriore discarica per rifiuti non pericolosi e/o putrescibili su territorio comunale in primis, ma anche provinciale, non sembra sostenibile nemmeno a fronte di un obiettivo finale di recupero ambientale (nel progetto destinato a semplice prato, ottenibile anche a fondo cava), e potenzialmente ottenibile con un intervento di diversa natura a impatto minore".
.
Come mi sono dimenticato di segnalarvi che il Sindaco poteva chiedere l'Audizione Pubblica, prevista dalla Legislazione Regionale sulla V.I.A. - in modo che in quella sede potessero confrontarsi le diverse parti - ma questa possibilità di trasparenza e di confronto, l'allora Sindaco, non l'ha chiesta.